• 333.5225704
  • mariarosa.gavardi@libero.it

Archivio dei tag mal di schiena

SALE CALDO : un portento dai mille usi!

Il Sale caldo è un antico rimedio delle nostre nonne, di quelli che danno risultati a dir poco… STRABILIANTI ;-)Ma…                       

… Il sale caldo???

Si proprio il sale!

Serve per tante altre cose, e non solo da buttare nell’acqua della pasta o per salare i vostri piatti. Chi mi conosce sono certa che nella sua alimentazione stia già riducendone drasticamente l’utilizzo, visti gli effetti nefasti che ha sul nostro “mezzo di trasporto”. In caso contrario, se non ne foste al corrente, vi invito “caldamente” a considerare la possibilità di disintossicarvi dal sale.

Ma, torniamo a noi,  ecco qui di seguito un elenco di possibilità di utilizzo:

✅ sul petto per la tosse;  
✅dove ci sono dolori muscolari;
✅sui reumatismi a mani e piedi;
✅per il torcicollo;
✅per la lombalgia e…
✅si può fare il bagno nella vasca (i sali da bagno sono in genere composti da sale colorato, chimicamente, quindi tossico e direi che potete usare tranquillamente il sale grosso da cucina, meglio se marino integrale).

Del resto la talassoterapia sono secoli che funziona!
Non avete la vasca da bagno ma la doccia?
Niente paura potete usarlo anche per farvi una doccia, mettendone un po’ nel palmo di una mano con il bagnoschiuma o sapone di marsiglia e passarvelo sulle parti doloranti.

Se decidete invece di farvi un’ impacco sulle parti doloranti procedete in questo modo:
– scaldate in una padella antiaderente il sale grosso fino a quando non inizia a scoppiettare.
– versatelo in un sacchetto o in un asciugamano di cotone raddoppiato e annodatelo bene, potete usare anche una doppia calza di lana, se preferite.
– appoggiatelo sulla parte dolorante spostatelo se necessario, naturalmente respirando.

Il sale caldo affievolirà il dolore ed il benefico effetto sarà sorprendente:

il rilascio ioni, riequilibra il potenziale di membrana delle vostre cellule alterato dal dolore. Il calore emanato ha notoriamente un effetto rilassante sulla muscolatura.

Ricordatevi che un po’ di Movimenti Armonici Lenti Organizzanti per il riequilibrio della postura,  prima e dopo la “terapia” con il sale caldo, saranno molto graditi dal vostro meraviglioso corpo.

Mariarosa Gavardi
Chinesiologa, Posturologa, Massofisioterapista, Esperta in Alimentazione

PROTRUSIONI, ERNIE E STRATEGIE VINCENTI

Eccomi a scrivervi su un’ argomento “di moda” (purtroppo).

Intanto una breve premessa anatomica molto molto semplificata: la nostra colonna vertebrale è composta da più unità funzionali formate da corpo vertebrale-disco vertebrale-corpo vertebrale (vedi immagine, il disco è di color azzurrino)

La differenza tra 1 Protrusione ed 2 Ernia:

1- la prima è una leggera fuoriuscita del materiale discale dalla sede (un po’ come la maionese che esce dal panino) con o senza compromissione o schiacciamento delle radici nervose;

2- la seconda è una netta fuoriuscita del disco vertebrale anche qui con o senza compromissione delle radici nervose (la maionese esce ma non ti scende sulla mano nel primo caso e nel secondo esce e cade addirittura – ernia espulsa -)

Ho cercato di essere il più semplice e chiara possibile, perdonate il paragone culinario, ma sono certa che vi farà comprendere la situazione.

La formazione delle protrusioni e/o ernie, può essere collegata ad un incidente che abbia coinvolto la zona in questione, quindi un trauma diretto, ma può anche essere dovuto ad altri motivi che andremo a ricercare insieme durante le sedute.

Comunque sia, trauma diretto o indiretto, la dinamica è questa:

i corpi vertebrali si avvicinano tra loro a causa di un motivo ben preciso: i muscoli, che guidano il movimento, “accorciandosi” più del necessario si fissano in una posizione tecnicamente definita RETRAZIONE.

 

Ma perchè i muscoli si accorciano e si retraggono???

 

Per svariati motivi: lavoro, tensione, preoccupazioni, stress, ansia, paure, eccesso di sport senza rilassamento, mancanza di movimento, disbiosi intestinali etc… ed arriviamo così, dapprima all’avvicinamento dei capi articolari, fino poi, se non cambiamo qualcosa nel nostro stile di vita, allo schiacciamento più o meno grave del disco.

La mia proposta è quella di iniziare un percorso di Rieducazione e Riequilibrio della Postura affinché l’organizzazione del Sistema Tonico Posturale venga riprogrammata al meglio, togliendo le tensioni muscolari che hanno causato la Protrusione o Ernia.

Anche nel caso vi sia successo un incidente nella zona interessata una riorganizzazione post-traumatica è fondamentale!

Ricordo inoltre che spesso il nostro corpo arriva ad avere un problema alla colonna vertebrale non per un trauma diretto, ma per un trauma occorso anche molti anni prima in un altro distretto (caviglia, ginocchio etc.) che spesso è la causa del disagio odierno alla schiena.

 

Lo Studio Gavardi propone:

– CORSI collettivi a piccoli gruppi (max 10 allievi) di Riequilibrio Posturale Integrale da ottobre a giugno;

– TRATTAMENTI individuali tutto l’anno;

– CONZULENZE via SKYPE con pratiche di Riequilibrio Posturale Integrale tutto l’anno.

 

Vi consiglio un video, che trovate sul canale youtube (Mariarosa Gavardi, di una mia conferenza: “VIVERE SENZA MAL DI SCHIENA” per un approfondimento!

Mariarosa Gavardi

Chinesiologa Posturologa Massofisioterapista Esperta in Alimentazione